Facebook Organ Donor

 

I media e le reti sociali sono una parte sempre più importante della nostra vita.
Sono (non) luoghi di conversazione, di confronto e di lavoro, nei quali trascorriamo gran parte delle nostre giornate.
Ma la rete sta diventando anche uno strumento per aiutare o chiedere aiuto.
Ne ha scritto Chiara Casablanca nel suo guestpost qualche settimana fa e lo stiamo vedendo in questi terribili giorni del terremoto in Emilia.
E allora ben vengano iniziative come quella lanciata da Facebook circa un mese fa, grazie alla quale negli Stati Uniti e in UK è possibile dichiarare, tra le informazioni del proprio profilo, se si è già iscritti alla lista dei donatori di organi, oppure se si è disposti a farlo (e in questo caso ci si può iscrivere seguendo dei semplici link).
Il tema è molto delicato, però credo che sfruttare l’enorme popolarità di Facebook per incentivare la cultura della donazione e sensibilizzare sulle problematiche dei trapianti sia qualcosa di lodevole.
Facebook non è nuovo a questo genere di operazioni: a febbraio aveva presentato la Disaster Message Board, un’opzione (limitata per ora ad alcuni Paesi) che consente di condividere sulla bacheca il proprio stato di salute in caso di calamità naturali.
E gli altri social network come reagiranno? Facebook resterà l’unico a portare avanti operazioni del genere oppure no? Voi che ne pensate?

Questa voce è stata pubblicata in Marketing, Web e new media e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...